--- PER I SOCI ORDINARI ED ONORARI SI RICORDA CHE PER USUFRUIRE DEGLI SCONTI --- PRESSO I NEGOZI E STUDI MEDICI CONVENZIONATI AIPRA - DI RINNOVARE LA TESSERA PER --- L'ANNO IN CORSO RECANDOVI PRESSO LA SEDE IN VIA O. FRANCESCO NAPOLITANO N.60 NOLA --- O TELEFONANDO AL 081 823 20 33 ---
Contatore visite: numero 8numero 8numero 2numero 6numero 2
Utenti connessi:   --- immagine puntino grigio

SOSTIENICI ADESSO CON BONIFICO BANCARIO :
A.I.P.R.A. ONLUS Associazione Italiana per Ragazzi Autistici
IBAN: IT62 H030 3239 8600 1000 0004 307

immagine sole


 

immagine facebook   Seguici su Facebook

 


La Carta dei diritti delle persone autistiche

Leggi la Carta

"Le persone autistiche devono poter godere degli stessi diritti e privilegi della popolazione europea nella misura delle proprie possibilità e del proprio miglior interesse.".....

Download della Carta

 

Contributi: Una madre speciale

Vi è mai capitato di chiedervi come vengono scelte le madri di figli disabili?
In qualche maniera riesco a raffigurarmi Dio che dà istruzioni agli angeli, che prendono nota in un registro gigantesco.
“Armstrong, Beth, figlio. Santo patrono Matteo”.
“Forest Marjorie, figlia. Santa patrona Cecilia”.
“Rutledge, Carne, gemelli. Santo patrono… diamo Gerardo. È abituato alla scarsa religiosità.
Finalmente, passa un nome a un angelo e sorride: “A questa diamole un figlio handicappato”.
L’angelo è curioso. “Perché a questa qui, Dio. È così felice”.
“Esattamente”, risponde Dio sorridente.
“Potrei mai dare un figlio disabile a una donna che non conosce l’allegria? Sarebbe una cosa crudele”.
“Ma non ha pazienza?”, chiede l’angelo.
“Non voglio che abbia troppa pazienza, altrimenti affogherà in un mare di autocommiserazione e pena Una volta superati lo shock e il risentimento, di sicuro ce la farà;.
“Ma, Signore, penso che quella donna non creda nemmeno in Te”.
Dio sorride. “Non importa. Posso provvedere. Si, ecco la donna cui darò la benedizione di un figlio meno che perfetto. Ancora non se ne rende conto, ma sarà da invidiare. Non darà mai per certa una parola. Non considererà mai che un passo sia un fatto comune. Quando il bambino dirà ‘mamma’ per la prima volta, lei sarà testimone di un miracolo e ne sarà consapevole. Quando descriverà un albero o un tramonto al suo bambino cieco, lo vedrà come poche persone sanno vedere le mie creazioni. Le consentirò di vedere chiaramente le cose che vedo io – ignoranza, crudeltà, pregiudizio – le concederò di levarsi al di sopra di esse. Non sarà mai sola. Io sarò al suo fianco ogni minuto di ogni giorno della sua vita, poiché starà facendo il mio lavoro infallibilmente come se fosse al mio fianco”.
“E per il santo patrono?”. Chiede l’angelo, tenendo la penna sollevata a mezz’aria.
Dio sorride. “Basterà uno specchio”.
(Erma Bombeck)

Sostieni AIPRA:

cinque per mille

 

Contributi.

Autismo: Come riconoscerlo

Sono affetto da autismo (Ecco che cosa mi piacerebbe dirti)

Lettera di una madre al proprio figlio

Orme sulla sabbia

La stella con la coda

Una madre speciale

Giornalino
(L’autismo visto con gli occhi di un bambino)

Tutte le locandine tutte

 

VOLONTARIATO
Il volontariato è un’esperienza che emoziona, coinvolge, arricchisce.
Aiutaci a migliorare la qualità di vita dei nostri ragazzi / bambini.
C’è bisogno di te soprattutto se coltivi un hobby nel campo delle arti manipolative (bricolage, artigiano, floricoltura, cucina) o nel campo artistico (pittura, scultura, teatro, musica)
Se vorrai, potrai condividere un pò del tuo tempo libero lavorando al fianco dei nostri operatori ed ampliare la conoscenza e le abilità dei nostri ragazzi.
Potrai scriverci presso: aipraonlus@virgilio.it
o consultare la pagina dei contatti.